Lodo Alfano, ecco i motivi del no

di Angela Gennaro 4

Ecco i motivi della sentenza della Corte Costituzionale che ha bocciato il lodo Alfano. La Consulta ha depositato la sentenza con i motivi del no. 58 pagine di ragioni che spiegano: era necessaria una legge costituzionale e lo scudo per le alte cariche è privo di “copertura costituzionale” e prevede una “evidente disparità di trattamento di fronte alla giurisdizione” tra il presidente del Consiglio, considerato solo un primus inter pares e i suoi ministri (come Tooby richiama con precisione).

Commenti (4)

  1. Non è corretto: viola il principio di uguaglianza sì, ma fra premier e ministri e presidenti delle camere e parlamentari, che sono tutti ugualmente diversi secondo la Costituzione.

  2. Corretto. Più precisamente: il provvedimento è privo di “copertura costituzionale” e prevede una “evidente disparità di trattamento di fronte alla giurisdizione” tra il presidente del Consiglio, considerato solo un primus inter pares e i suoi ministri.

Lascia un commento