Delitto dell’Olgiata, dopo 20 anni arrestato il domestico

di Michele Laganà Commenta

Foto: AP/LaPresse

Nuova svolta nel delitto dell’Olgiata. Dopo la richiesta di riapertura delle indagini da parte del marito della contessa Alberica Filo della Torre tre anni fa, ieri notte c’è stata una nuova svolta nelle indagini. L’omicidio ormai avvenuto 20 anni fa, più precisamente, il 10 Luglio del 1991, vede un nuovo indagato, il domestico Winston Manuel.

Manuel, sarebbe stato incastrato dal DNA ritrovato negli oggetti presenti nella camera dove si è svolto l’omicidio della contessa. L’arresto è stato richiesto in via cautelativa, onde evitare che lo stesso Manuel potesse scappare all’estero.

“C’è in me una grande soddisfazione, quel che appare certo fin da ora è che abbiamo fatto bene a chiedere nuove analisi del Dna sui reperti oggetto dell’inchiesta. Finalmente abbiamo delle risposte”. E’ stata la prima dichiarazione da parte dell’avvocato di Pietro Mattei, il marito della contessa.

“Abbiamo fatto bene ad opporci alla richiesta di archiviazione – ha aggiunto l’avvocato Giuseppe Marazzita – che era stata fatta anni fa sulla base di un accertamento tecnico da noi considerato fallace e in maniera non adeguata. Per fortuna abbiamo trovato un Gip che ha dato valore al nostro convincimento”.

Lascia un commento