Costituzione, un sito per dare il proprio parere sulle Riforme in corso

di Alba D'Alberto Commenta

 Dare voce al proprio pensiero. Farlo per riformare la Costituzione Italiana è sinonimo di democrazia, almeno a mio parere. E questa volta il mio parere conta qualcosa. Posso esprimerlo per prendere parte ad un importante processo che coinvolge in prima persona tutta la cittadinanza italiana: le modifiche del Testo che è alla base della Repubblica, nonché del vivere comune. Sono da pochi giorni al corrente della possibilità di partecipare alla Consultazione on line proposta dal Consiglio dei Ministri per raccogliere pareri sulla Costituzione, soggetta a cambiamenti radicali in corso d’opera. Cambiamenti che saranno apportati non prima di aver chiesto un’opinione a noi cittadini. Per darla occorre andare sul sito web www.partecipa.gov.it e compilare due questionari:

–        un questionario di 8 domande brevi, a risposta chiusa;

–        un questionario di 20 domande, finalizzato all’approfondimento dei temi;

Prima di rispondere voglio leggere con attenzione e farmi aiutare dal glossario e della FAQ. Quello che è certo è che si tratta di esprimere il proprio grado di conoscenza su argomenti di interesse pubblico quali le forme di Governo e Parlamento, gli strumenti della Democrazia, il Territorio. Materie connesse strettamente alla Costituzione. Le sue modifiche, dunque, dipendono da noi e dai nostri pensieri in merito. La fase di consultazione on line, che terminerà l’8 ottobre, è solo la prima di due fasi di vitale importanza. La seconda consiste nell’organizzazione di discussioni pubbliche sul tema, che si terranno nelle Università e nelle Scuole. Appare, a mio avviso, molto importante il ruolo di queste ultime, dal momento che sono i luoghi in cui gli studenti hanno l’opportunità di formare il proprio pensiero politico e sociale.

Non è un caso che l’1 ottobre, proprio nelle scuole, si terrà la “Giornata della Partecipazione”, aperta anche ai parenti degli studenti per discutere delle forme di consultazione on line e dei temi legati alla Costituzione. Quale occasione migliore, dunque, per dar voce al nostro pensiero?

Per chi volesse saperne di più, ecco quali sono i canali on line da consultare:

www.facebook.com/Partecipagov

www.twitter.com/partecipagov

www.youtube.com/partecipagov

www.partecipa.gov.it