Se pò fà. Il video per Veltroni, sulla scia di Obama. Accompagnati dalla Veltroni girl

di IsayStaff Commenta



Un po’ Neri per caso, un po’ Take That. A cappella. Un signor swing, viene da muoversi.


E forse, un giorno, ricorderemo che qui, oggi, in una bellissima domeenica italiana, tutto è cominciato

E’ Walter Veltroni in bianco e nero a parlare. Se… pò…. fà…. Se… pò…. fà….

L’idea è delicata, e tra il serio e il faceto. Così appare aulica e simpatica. Durante l’ultima puntata di Tetris, su La7, è stato mandato in onda questo video completamente autoprodotto. Il nome? Se pò fa’. Sulla lunga coda e scia lasciata del video Yes we can di Barack Obama.



Il video è stato inviato al nostro Obama, sperando che gli piaccia. Girato da un ottimo regista, musicato da due musicisti famosi. Attendiamo trepidanti il feedback di Uolter.


Bianco e nero e Umbria. Walter Veltroni ha cominciato da Spello in Umbria il suo tour elettorale. Da una grande terrazza davanti al convento di San Girolamo il leader del Pd ha tenuto il suo discorso per l’Italia, prima tappa della campagna elettorale. Sembra già passato così tanto tempo. All’aperto, con alle spalle del segretario del partito Democratico solo una veduta del piccolo centro umbro.


Anche nel 1996 quello che oggi era il leader del Pd cominciò la campagna elettorale dall’Umbria. Allora Veltroni era candidato come vice del futuro presidente del Consiglio Romano Prodi.


Walter, se pò fà? Solo con una seria Walter girl, però.



Scrive l’amico Zoro:

Nel momento in cui la sfida del virus del viral fomenta l’una e l’altra parte, Tolleranza Zoro non poteva rimanere con le mani in mano.
Nella costante tensione veltronica ad un mondobama, mancava l’imprescindibile tassello evocante Obama Girl: una Veltroni Girl, appunto.
Per farlo Walter ha chiesto di nuovo, sfacciatamente, il mio aiuto, ma non fidandosi fino in fondo, tra me e lui ha messo il responsabile delle risorse umane più di culto del momento.
Il pretesto per ricorrere ad una vecchia conoscenza (a quasi esattamente un anno di distanza dalla sua prima apparizione su questo blog) era troppo ghiotto per farsi intimidire dal nuovo organigramma

Noi, lo ringraziamo di esistere, come ringraziamo gli amici di Tetris e la fantastica vecchina che canta Se pò fà.


Lascia un commento