Usa, documenti sulla sicurezza su internet

di D. Spagnoletto Commenta

Sono finiti per errore su internet i segreti e dettagli sulle procedure di controllo dei passeggeri e sul funzionamento dei metal detector negli aeroporti americani, incluse misure avviate dopo l’11 settembre. Come reso noto da un articolo del Washington Post nella primavera passata i funzionari della Transport Security Administration (Tsa), l’agenzia che si occupa della sicurezza nei trasporti Usa, hanno messo per sbaglio su internet, i documenti segreti su un sito per i contratti federali. Più di 90 pagine di dettagli sulle procedure di screening di passeggeri e bagagli, comprese informazioni sul funzionamento dei raggi X, metal detector e rilevatore di esplosivi. C’è dell’altro: i documenti segreti contenevano anche le immagini delle credenziali utilizzate da deputati americani, membri della Cia, marescialli dell’aeronautica e una lista di 12 Paesi (tra cui Cuba, Iran, Afghanistan e Iraq), i cui cittadini devono essere sottoposti a misure di sicurezza più rigide. I funzionari del Tsa, su sollecitazione del Post, hanno ammesso l’errore e l’agenzia ha annunciato di aver avviato un’inchiesta interna. Per Stewart A. Baker, ex vice segretario del dipartimento della sicurezza interna, l’errore “aumenta il rischio che i terroristi possano raggirare i sistemi di sicurezza”, mentre per un altro ex funzionario del dipartimento “documenti del genere hanno un’ampia diffusione all’interno della comunità dei trasporti aerei”.

Lascia un commento