Berlusconi contro il movimento in Campania che potrebbe togliere voti a Fi

di Alba D'Alberto Commenta

Italian Prime Minister Silvio Berlusconi

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi sembra preoccupato sia per la situazione giudiziaria, in attesa della decisione dei giudici il 10 aprile su arresto ai domiciliari o servizi sociali, sia per la situazione politica. A livello politico ci si prepara non senza timori alle prossime elezioni europee.

Con il governo Renzi che va veloce sulle riforme, e con Grillo che gira l’Italia, i sondaggi vedono una Forza Italia in caduta e Berlusconi lamenta di non essere messo in condizioni di fare la campagna elettorale.

E c’è di più, la questione in Campania con “Forza Campania” che potrebbe togliere voti al partito. Su questo, Silvio Berlusconi ha affermato: “In questo delicato momento in cui la sinistra, avvalendosi del suo braccio giudiziario, vuole impedirmi di condurre la campagna elettorale, Forza Italia subisce maldestri tentativi di sottrarle voti con la confusione e l’inganno”. Poi ha aggiunto: “Forza Italia è una soltanto. Non si può farne parte e militare contemporaneamente in un altro partito. In Forza Italia non possono esserci rivendicazioni territoriali, ambizioni personali, come sta avvenendo con il movimento Forza Campania che dichiara di aderire a gruppi diversi da Forza Italia in regione e di essere con noi a livello nazionale”.

Il timore è quello di perdere ulteriori voti in queste elezioni che sono importanti per stabilire se Silvio Berlusconi ha ancora il sostegno dell’elettorato. Un’eventuale sconfitta pesante significherebbe forse il tramonto. Berlusconi, però, come è noto è un lottatore e probabilmente tirerà fuori alcune armi per rimanere in pista. La figura di Renzi, carismatica e strategica a livello comunicativo, sembra però offuscare il capo di Forza Italia. Grillo potrebbe erodere una parte dell’elettorato che era di Forza Italia e allora si profilerebbe una sconfitta netta.