Annozero, stasera i fatti di Rosarno

di Redazione 1

Nei titoli ci mettono sempre una certa, magari efficace, fantasia. La puntata di stasera,  giovedì 14 gennaio 2010, di Annozero si chiama infatti La spremuta. La puntata del programma di Michele Santoro analizzerà, naturalmente, i fatti di Rosarno, cercando di capire come sono andate le cose. In studio Roberto Cota della Lega Nord, Alessandra Mussolini del PdL, Gad Lerner e l’inviato de L’Espresso Fabrizio Gatti.

La rivolta degli immigrati, gli scontri con i residenti e l’allontanamento degli extracomunitari che erano impiegati nella raccolta delle arance sono solo la punta dell’iceberg. La situazione della piana di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria, è ben più complessa: al suo interno si mescolano lo sfruttamento dei lavoratori immigrati, la rabbia degli cittadini residenti e il potere della ’ndrangheta che ha avuto un ruolo importante sia negli scontri che nella stessa gestione del lavoro nero.

Naturalmente, durante il programma verrà vista e commentata un’inchiesta, in questo caso firmata da Luca Bertazzoni, Stefano Bianchi e Sandro Ruotolo. Inchiesta che alla base domande in effetti cruciali – e che saranno passate nella testa di molti. Ovvero: per quale motivo le autorità non si sono mosse prima? Per quale motivo una realtà nota a tutti, condizioni sotto gli occhi di tutti e una generalizzata illegalità non sono state in alcun modo gestite prima dell’esplosione di alcuni giorni fa?

Li hanno visti tutti. Tutti, o molti conoscevano le condizioni in cui versavano quei lavoratori. I cittadini di Rosarno, dopo le violenze, sono scesi in piazza per rigettare le accuse di razzismo nei loro confronti. Sottolineando che quella è una situazione che dura, più o meno immutata, da almeno vent’anni. Sottolineando che sono più di due decadi che loro “accolgono”. Tutti sapevano, e la maggior parte di quegli immigrati era anche non clandestina – con buona pace di Maroni che in un primo momento aveva parlato di eccessiva elasticità. Domande, insomma. Si attende ovviamente una qualche risposta.

Commenti (1)

  1. dare la colpa alla lega per ciò che è avvenuto è la cosa più stupida che si possa fare

Lascia un commento