Aggressione Berlusconi: pro e contro su Facebook

di D. Spagnoletto 8

 Berlusconi contro Tartaglia. 381.629 contro 48.000, sono i fan di Berlusconi e di Tartaglia su Facebook. Slogan contro il capo del governo impazzano sul social network. “Sposami ti prego”, “O mia bela madunina, che te tiro de luntan”, “amico che hai aggredito il duce sei nel cuore di ogni italiano!”, “Santo subito”, “Io sto dalla parte di Tartaglia” o “Siamo tutti Tartaglia”, i più gettonati. In difesa del Cavaliere in questa particolare sfida postmoderna ci sono diversi gruppi, fra i quali: “Sosteniamo SILVIO BERLUSONI contro i fan di Tartaglia” aperto dalle foto di Giorgia Meloni, Mara Carfagna, Stefania Prestigiacomo e Mariastella Gelmini. Ieri, a 30 minuti dall’aggressione in Piazza del Duomo, su Facebook, Massimo Tartaglia era già diventato un eroe dei giorni nostri. I sostenitori da ambo le parti aumentano di minuto in minuto. Sulla vicenda il Servizio Polizia postale e delle comunicazioni, dice all’ADNKRONOS:

Registriamo anche oggi il proliferare di Gruppi con diversi titoli e orientamenti, si esprimono a favore del gesto criminoso o per dare solidarietà. E inoltre i commenti sono eterogenei negli stessi Gruppi che interagiscono per cui i post di condanna si alternano a chi inneggia al gesto di Piazza Duomo.

Commenti (8)

  1. E TUTTO ARCHITETTATO DALL’OPPOSIZIONE.
    QUEL RAGAZZO AVEVA ALTRI OGGETTI NELLO ZAINO DA SCAGLIARGLI CONTRO.ANNO SCELTO BENE L’INDIVIDUO ( UNO IN CURA DA DIECI ANNI COSì SE LA CAVA CON POCO. SICURAMENTE AVRA’ PRESO MOLTI SOLDI PER QUELLO CHE A FATTO.BISOGNEREBBE ANDARE A VEDERE ANCHE I CONTI DELL’AZIENDA DEL PADRE E LE CONOSCENZE CHE ANNO.

    Mi auguro che a qull’aggressore gli venga inflitta la

    massima pena possibile senza tener conto dell’infermità mentale che si

    dice avere.Io fossi in lei ( Presidente ) aprirei anche un indagine a 360° sulla

    sinistra e in particolare su quel analfabeta di dipietro e quel cesso di bindi.

    Caro Presidente.
    Le rivolgo il mio più sentito affetto di pronta guarigione.( Un suo elettore ).

  2. ma perchè i giornalisti continuano a prendere sul serio facebook? anche oggi decine di approfondimenti sui gruppi e le fan pages. mah!

  3. @ sdl:
    Sono felice se così fosse, l’opinione può essere spunto d’indagine

  4. @ livio:ma va affanculo…coglione leccaculo e smidollato.!!!!!

  5. @ livio:ma ti rendi conto che stai facendo un’analisi dell’accaduto da visionario.
    l’attentato al Berlusca va sicuramente declassato ad aggressione da parte di uno squilibrato.
    del resto il Berlusca per dimostrare tutto il suo coraggio e sprezzo del pericolo, subito dopo è uscito dall’auto, è salito sul “predellino” in cerca,con lo sguardo fiero, del vil aggrassore.
    mi pare che si voglia dare un’interpretazione veramente troppo seriosa ad una farsa italiana.
    avete stufato con le vostre sicumere, sempre pronti a difendere il capo a costo della vostra dignità.

  6. @ livio:
    Caro livio, malgrado mi sembri un patetico degenerato ti consiglio, di leggere l’ articolo di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano…..sara….come dire, interessante la reazione di un tale bigotto fascista come te

  7. cari lettori e non io sono d accordo di facebook oni persona puo esprimere la propria opinione di idee e giusto che anche noi abbiamo la parola su quello che succede di tutto e di piu qui molte cose cambiano tutti i giorni e la gente e stanca di essere muta

  8. Un commento che ho trovato sulla rete, di un mio sinonimo, che condivido
    ~
    Io son sempre piu’ convinto, anzi, certo, che e’ stato tutto preparato a tavolino. “La guglia piu’ lunga poteva fare molto male”.
    Infatti quella era rivolta verso Tartaglia, e con Berlusconi a 4 metri, mai, l’oggetto ( se lanciato nel giusto modo, come e’ stato, nettamente, lanciato) si sarebbe potuto girare. Guardie del corpo, tutte che guardano verso il basso ( cosa da inetti, rarissima e stranissima; ovviamente, studiata apposta). Lui che cinicischia e perde tempo ( cosa folle per un premier, abusivo, come lo e’ Berlusconi, o meno) in quanto aspetta il colpo contundente in arrivo. Viene tenuto in auto per minuti, dove si e’ fatto macchiare la faccia di sangue ad hoc. Uno, che in un secondo, tira fuori fazzolettino nero ( e quindi meglio coprente il tutto), che era li gia bello, studiato e pronto. Ora, Berlusconi, cosi’, vorra’ intimidire chiunque lo critichi e prepararsi tonnellate di leggi pro Faraone. E’ stata una mossa studiata in Massoneria, infatti, i massoni D’Alema e La Torre, si stan dimostrando pronti a dare il sangue, per inciuciare con Berlusconi sempre piu’. Questa sceneggiata me lo fa odiare tantissimo in aggiunta e mi fara’ scrivere contro di lui, tonnellate di volte di piu’. Berlusconi e’ 1 criminale sfacciatissimo pronto a tutto, anche a fare morti per le strade, per questo motivo, la mobilitazione contro lui, deve divenire mostruosa. Auguri al eroe anti maf..ascisti Berluscones Michele Nista

Lascia un commento