Tg1, il “silenzio pietoso” dell’Idv

di Angela Gennaro Commenta

L’Italia dei Valori ha realizzato un dossier sul ‘silenzio pietoso’ del Tg1. Una vera e propria denuncia, secondo il partito di Antonio Di Pietro, in merito al nuovo corso della direzione Minzolini che si caratterizza per la drastica riduzione della politica e per la soppressione della ‘nota’. Nella ricostruziione e analisi fatta dall’Idv, che ha presentato il suo dossier con tanto di conferenza stampa, dai dati del Tg1 emerge chiaramente un affossamento delle notizie principali a favore di notizie di cronaca di secondo piano.

La parola che emerge – e che potrebbe in verità inquitare alcuni – è silenzio. Silenzio sull’Idv, dicono prima di tutto, la cui copertura sarebbe passata da una media intorno all’8% nelle settimane precedenti alle elezioni europee al 3,5% dell’ultima settimana.

E poi silenzio è anche la parola d’ordine nei contenuti politici del Tg1, secondo il dossier.

La prima parte dello studio monitora i contenuti del telegiornale della prima rete. Giorno per giorno.

Martedì 16 giugno non viene data notizia della manifestazione degli sfollati dell’Aquila.

Mercoledì 17 prende il via l’inchiesta di Bari. Il Tg1 alle 13 non mette la notizia nei titoli, mentre l’edizione delle  20 vede la notizia nei titoli. Nel servizio si precisa, sottolinea l’Idv, che il giudice dell’inchiesta appartiene a Magistratura democratica.

Giovedì 18 e venerdì 19 il Tg1 alle 20 dà notizia di un presunto ingaggio di ragazze avvicinate da potenti. Venerdì, in particolare, Tarantini parla e ricostruisce la sua storia, ma il Tg della rete ammiraglia non riporta le sue parole. Apre piuttosto con le dichiarazioni di Silvio Berlusconi e con la versione dei fatti del premier, ma non completa con quella dell’altro grande protagonista.

Sabato 20 e domenica 21, dice il partito di Di Pietro, la notizia si inabissa.

Lunedì 22 giugno la notizia dell’inchiesta di Bari ricompare alle 13.30 e nell’edizione serale si ha quello che l’Idv definisce lo sconcertante l’intervento del direttore Augusto Minzolini che, di fronte a milioni di telespettatori, ha liquidato l’inchiesta di Bari come semplice gossip. E Di Pietro ne propone il licenziamento oggi.

Il dossier prevede anche una Rassegna stampa sulla direzione Minzolini, nonché una parte dedicata alle Prime pagine dei quotidiani a confronto. Con lo stesso risultato: il peso diverso che i giornali hanno dato a questa vicenda. Lo studio dell’Italia dei Valori ha passato al vaglio tutti i titoli di testa dei tre tg della Rai in un sondaggio a campione.  Tg1 e Tg2 sono andati peggio del Tg5, si deve dire, ma sommessamente perche’ non si sa che puo’ succedere, che il Tg3 e’ andato molto meglio’. Ecco il perchè della richiesta di Pancho Pardi di audizione dei direttori in Commissione di Vigilanza.

Foto|ImageShack

Lascia un commento