Berlusconi a Mattino Cinque: “Per scogliere le Camere serve il parere del premier”

di D. Spagnoletto Commenta

Foto: AP/LaPresse

Sull’eventualità di scogliere le Camere, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è intervenuto questa mattina durante la trasmissione Mediaset Mattino Cinque”.

Ecco le parole del premier:

La costituzione comunque prevede che senza una formale crisi di governo per interrompere anticipatamente una legislatura occorre che il presidente della Repubblica consulti sia i presidenti delle Camere che il presidente del Consiglio, cioè Silvio Berlusconi.

Quando nel ’94 il presidente della Repubblica sciolse le Camere senza il passaggio di una crisi formale egli ebbe l’assenso del premier di allora, che era Ciampi, il quale acconsentì dicendo che la funzione del governo si era esaurita: ma questo non è il nostro caso perchè il governo è nella pienezza delle sue funzioni.

Quindi c’è molta confusione, ma io ho le idee molto chiare: l’interesse del Paese è quello di avere un governo stabile che mandi avanti con grande determinazione il programma concordato dagli elettori e che porti a compimento le riforme a partire da quella del federalismo.

Lascia un commento