Proteste Marocco: i provvedimenti di re Mohammed IV

di D. Spagnoletto 1

 Le agitazioni in Egitto prima, che hanno portato alle dimissioni di Mubarak, e quelle in Libia poi hanno fatto proseliti, arrivando in un altro paese del Nordafrica: il Marocco.

Il re Mohammed IV ha annunciato maggior democrazia e più riforme, che dovrebbero garantire un radicale cambiamento costituzionale e fermare i focolai di protesta (una su tutte quella del 20 febbraio scorso).

Episodio che ha spinto il regnante marocchino a nominare una commissione che avrà il compito di esaminare il testo costituzionale e proporre le modifiche. Modifiche che poi saranno sottoposte al volere popolare attraverso un referendum.

Le manifestazioni nel paese hanno fatto scattare l’allarme nelle stanze del potere, facendo capire a Mohammed IV la necessità di apportare riforme costituzionali per non essere costretto ad abdicare.

Commenti (1)

Lascia un commento