Manifesti elettorali: lo scempio bipartisan