Il caos delle schede e lo scaricabarile. Parola di Santo, parola di Silvio

di Angela Gennaro Commenta


scheda elettorale


Oggi ci possiamo tranquillzzare tutti. Per la guerra delle schede esplosa ieri per mano di… Indovinate? E insomma, oggi possiamo stare tutti più tranquilli.


Santo potrei esserlo, subito preferisco di no

Così oggi il nostro Silvio nazionale, collocato alla Fiera del Mediterraneo di Palermo. Perchè un cartello portato lì da alcuni supporter recitava:

Silvio, Santo subito


Solo ieri, il Santo Silvio nazionale aveva scritto:

Rivolgo un appello al Capo dello Stato perchè intervenga immediatamente a difesa della credibilità delle istituzioni democratiche e del diritto degli italiani a un regolare svolgimento delle elezioni

E ancora:

Le schede elettorali, infatti, così come sono state predisposte dal ministero dell’Interno, non offrono garanzia alcuna che sia rispettata la volontà degli elettori e inducono più facilmente all’errore che all’espressione di un voto regolare

Di fronte all’ennesimo spauracchio, possiamo decisamente stare tranquilli, a questo punto.


Perchè?


a. Schede irregolari. Citofonare Calderoli. b. Mi è arrivata oggi una mail, una considerazione:

Cari, Ma davvero riteniamo (di destra, di sinistra e di centro, quali possiamo essere) che gli Italiani non siano in grado di mettere una croce sul quadratino desiderato?
Comunque, la legge detta: “Quando un unico segno si trova su più riquadri, il voto si intende riferito al contrassegno su cui insiste maggiormente…”


c.

L’azione di chiarimento del ministero dell’Interno sulle modalità di voto con le attuali schede elettorali potrà bastare

Parola del presidente del Senato, Franco Marini. Che prosegue:

Il ministro dell’Interno, a nome del governo, ha detto che ha attuato il decreto che risale alla precedente legislatura. Il ministro ha detto anche che per evitare errori svolgerà una intensissima azione di chiarimento attraverso i mass media. Credo che questo possa bastare


Ammesso che in media non si sia zucchine, in Italia
.


d. Last but not least. Anzi. Carpita l’aria, come di consueto accade, si ritratta, si scaricabarila, si dice ma no, sono stato frainteso. Berlusconi scarica la reponsabilità del caos per le schede, naturalmente, sul centrosinistra:

Questa questione delle schede elettorali non l’ho sollevata io. Sono stati loro, quelli del Pd. Due giorni fa Dario Franceschini ha chiamato Gianni Letta per avvisarlo del problema

Voilà. Nono, non ricorda per niente la cordata fantasma ma rigorosamente italiana pr Alitaia. Nono. Santo subito.


Lascia un commento