I giovani di oggi e la politica

di IsayStaff Commenta

La politica è un settore controverso, nel quale, spesso, le generazioni arrivano a scontrarsi. Infatti, diversamente da ciò che si potrebbe pensare, l’ambito politico è capace di influenzare notevolmente ogni settore della vita: dalla retribuzione per il proprio lavoro, alla salute, sino alla vita sociale.

Oggi, i ragazzi sembrano non essere così tanto interessati alla politica, ma questo non è sempre vero. Infatti, in moltissimi casi i giovani vorrebbero poter cambiare le cose, e vorrebbero potersi inserire nel settore politico per farlo. Tuttavia, spesso non vengono forniti loro degli strumenti grazie ai quali poter superare chi si sia occupato prima di loro della gestione della “cosa pubblica”.

Una democrazia non fatta dai partiti

I giovani hanno spesso dimostrato di capire la politica meglio degli adulti, ed hanno indicato soluzioni innovative grazie alle quali poter effettivamente governare il Paese.

In alcune rilevazioni  è stato sottolineato come tanti ragazzi, e anche la fascia dei giovani adulti (quella che comprende chi arrivi sino ai 34 anni), arrivando a rappresentare ben il 55% degli intervistati, ritenga che per poter governare e far funzionare le cose i partiti non siano necessari.

La democrazia si potrebbe esplicare non solo senza i partiti ma in modo più efficiente in assenza dell’ostacolo rappresentato proprio da questi tipi di schieramenti.

Tuttavia, sempre durante le interviste, solo una parte non superiore al 40% dei soggetti interpellati ha dichiarato di non avere alcun dubbio in merito al tipo di voto da esprimere alle elezioni, indicando, quindi, come i ragazzi abbiano ancora le idee confuse in merito alla politica.

Una formazione per ritornare alla politica

Una delle soluzioni che tanti prospettano per aiutare i giovani ad orientarsi nel mondo della politica è certamente quella della formazione. Per molti, infatti, sarebbe consono inserire i concetti di governance e di gestione del Paese sin dalle superiori, così che i ragazzi sappiano che cosa dovrebbe fare un politico alla guida di un Governo.

Questi concetti dovrebbero, poi, essere approfonditi ulteriormente nel momento in cui un ragazzo decida di investire su se stesso frequentando l’università. Infatti, proprio nell’ambiente accademico si intravedono già i politici del futuro.

Molte università, come scienze politiche e giurisprudenza, preparano già molto i giovani ad inserirsi in politica, ma in molti altri casi questo non succede.

Per questo motivo in tante situazioni la formazione specifica in questo campo potrà avvenire mediante, ad esempio, l’iscrizione ad un master dedicato alla politica di tipo etico.

In queste occasioni, ci si occupa di specificare a chi frequenti non solo che cosa voglia dire gestire un Paese, ma anche che cosa sia necessario fare per arrivare a farlo in modo etico e rispettoso per le leggi e le persone sulle quali ricadranno le proprie scelte.

Tali aspetti, sicuramente innovativi, potrebbero essere importanti soprattutto per il futuro della classe politica, che potrebbe arrivare ad essere formata in modo egregio da quelli che oggi sono giovani e giovanissimi, pronti a scendere in campo allo scopo di cambiare le cose e rendere l’Italia un Paese migliore e a misura di cittadino.